was successfully added to your cart.

L’interfaccia Orion Studio di Antelope Audio scelta come ’’front-end’’ nella realizzazione del nuovo home studio

Los Angeles (California), 19 settembre 2016. Nonostante Zedd, produttore, DJ e polistrumentista, abbia iniziato a produrre musica elettronica solo a partire dal 2009, la sua musica è diventata ben presto un suono di riferimento del pop elettronico moderno grazie a grandi successi quali “Clarity” del 2012 o “I Want You to Know” del 2015. Sia Zedd che il suo tecnico del suono, affascinati già da tempo dalle caratteristiche dei dispositivi di Antelope Audio, non hanno avuto dubbi nello scegliere il potente e versatile Orion Studio quando hanno iniziato a produrre nell’home studio di Zedd. Da quando lo studio è stato completato, l’interfaccia Antelope Audio single-rack-space USB+ Thunderbolt ha fornito a Zedd tutto cio’ di cui necessita per continuare a creare molti dei suoi capolavori nello stile musicale che più lo caratterizza, il pop elettronico.

Zedd-1

Un home studio alla portata di pochi

La decisione di Zedd di creare un home studio è stata dettata dall’aver dovuto interrompere le precedenti installazioni. “Stavano per rinnovare il nostro studio con Interscope e dopo aver trascorso molto tempo tra uno studio e l’altro, alla fine abbiamo implementato un nuovo home studio da Zedd.” Spiega Ryan Shanahan, il tecnico del suono di Zedd. “Abbiamo iniziato ad usare l’Orion di Antelope a partire dalla seconda metà della produzione di “Clarity” e, da quel momento in poi, l’abbiamo usato per tutto l’album “True Colors” e non ci abbiamo pensato due volte quando abbiamo dovuto acquistare il nuovo Orion Studio.” Zedd e Shanahan hanno concepito il nuovo studio come uno spazio “ready to go”, come una workstation creativa disponibile in qualsiasi momento Il che ha significato poter sfruttare e trarre vantaggio dalle 12 entrate offerte dall’Orion Studio. “Le tastiere principali sono collegate alle 8 entrate posteriori”, spiega Shanahan. “Abbiamo una delle entrate del pannello frontale configurata per la vocal chain e abbiamo lasciato le altre 3 aperte in modo da collegare qualsiasi altra cosa Zedd possa desiderare di usare.”

Limpido e cristallino come acqua di sorgente

I 12 preamplificatori di Orion Studio forniscono a Shanahan la precisione sonora necessaria per catturare la brillantezza dell’alta fedeltà delle tastiere di Zedd. “I preamplificatori sono estremamente limpidi e cristallini, il che è ideale per qualsiasi fonte, in particolare per le tastiere, che costituiscono la maggior parte degli strumenti usati per le nostre registrazioni”, dice. “Ho emulazioni digitali che posso sempre usare con chitarre o strumenti simili nel caso decidessi di aggiungere un po’ di colore. Durante la registrazione, cerco di ottenere un segnale piu’ chiaro possibile”.

Gli output dei monitor di alta qualità forniscono anche un percorso di segnale perfetto verso il monitor controller di Zedd.

Shanahan usa il versatile software di routing fornito da Orion Studio per il monitoraggio audio in entrata, come lo farebbe su una consolle. “Quando lavoriamo su una consolle, controlliamo sempre i nostri segnali in entrata direttamente invece del monitoraggio della DAW, dal momento che, in questo modo, si eviterebbe la latenza” dice. “Il software Orion Studio mi permette di configurare in due modi, o tramite routing delle entrate direttamente al mixer interno, o al di fuori del nostro controller di monitoraggio, il che non solo garantisce un monitoraggio privo di latenza, ma permette anche a Zedd di sviluppare in qualsiasi momento le idee che gli vengono al pianoforte, senza dover aprire una sessione sulla DAW. “

 

Zedd-2

Effetti che aprono nuovi orizzonti

Shanahan ha anche approfittato di alcuni degli effetti FGA offerti da Orion Studio durante le registrazioni. A differenza dei processor-based plug-ins, la tecnologia FPGA fornisce una vera e propria modellazione hardware con latenza prossima allo zero. “Le emulazioni Pultec e l’amplificatore suonano davvero bene e spesso usano gli EQ e i compressori integrati per filtrare le frequenze indesiderate e mettere insieme gli elementi istantaneamente”, aggiunge. “È molto emozionante vedere che continuano a concepire nuovi modelli di tecnlogia FPGA; non ho ancora avuto la possibilità di sfruttare il Vintage Pack 2.0!”

Il ruolo da protagonista della sincronizzazione

Innanzitutto, Orion Studio fornisce una conversione che è leader nel suo settore grazie all’algoritmo di gestione jitter, al sistema di sincronizzazione focalizzato acusticamente (AFC) di quarta generazione del famoso Antelope Audio, e agli oscillatori al cristallo a controllo termico (OCXO). “Mi è sempre piaciuto come suonano gli acuti con la sincronizzazione di Antelope Audio”, dice Shanahan. “Mi sembra che ci sia una maggiore chiarezza nello spettro di frequenza. La profondità dell’immagine stereo è molto precisa e i transienti sono molto nitidi, questo fa sì che riesca a sentire realmente ciò che sta suonando.” Questo permette sia a Zedd che a Shanahan di ritagliare le frequenze senza paura di rinunciare alla qualità. “Siamo in grado di sentire quello che stiamo ritagliando e rilevare quando passa dall’essere musica a suono sgradevole. Ci dà un vero e proprio spaccato di ciò su cui stiamo lavorando.”

Primo contatto

“Orion Studio è l’interfaccia principale e perfetta per il flusso di lavoro di Zedd”, dice Shanahan. “È molto importante disporre di un convertitore di qualità, di un buon clock e di altoparlanti straordinari. C’è una grande differenza tra le interfacce Antelope Audio e le altre presenti sul mercato.”

To learn more about the Orion Studio, please click here.

Leave a Reply

© 2016 Antelope Audio. All Rights Reserved